Team Viewer, sicuro o vulnerabile?

Come già spiegato nei precedenti articoli, Team Viewer è il software di assistenza remota più diffuso al mondo proprio per la sua sicurezza e semplicità d’uso.

Tuttavia alcuni blogger hanno messo in discussione la sua sicurezza, effettivamente una possibile vulnerabilità comprometterebbe la privacy del nostro computer, immaginate infatti se qualcuno accedesse al nostro pc mentre non ci siamo, sarebbe una tragedia!

Proprio per questo lo staff di Team Viewer ha reso noti i sistemi di crittografia utilizzati, proprio per rassicurare anche gli utenti più paranoici.

Facendo un riassunto della situazione, una connessione stabilita AL MOMENTO, ovvero fornendo i dati di accesso ad una terza persona è praticamente SICURA AL 100%, questo grazie ad un un sistema di crittografia asimmetrica RSA e una codifica AES (256 bit) utilizzata durante tutta la sessione.

Al momento è considerato quasi impossibile (dico quasi perchè il WEB è un rischio giornaliero), decifrare lo scambio dati che avviene con questa tipologia di crittografia, il problema si pone solo quando salvate i DATI DI ACCESSO PER ESSERE VISIBILI ALL’ESTERNO. Di cosa parlo?
Del fatto che Team Viewer permette anche di avere una USERNAME ed una PASSWORD per avere a disposizione tutti i computer registrati, in questo modo si evita di ricordare a memoria gli ID di ogni singolo nostro computer.

Questo ovviamente ha dato vita ad ogni sorta di phishing e di attacco, a tal proposito se siete in questa cerchia di utenti che utilizza TeamViewer con un account, leggete il nostro articolo riguardante proprio la sicurezza della password.

RICORDATE di inserire la password SOLO dal vostro computer e che NON dovete inserirla in nessun altro posto se non nel client di TeamViewer, in questo modo vi assicurate una protezione massimale e l’esclusivo accesso ai vostri dati!

 

Lascia una risposta