La Nsa penetra nel server di Huawei

310x0_1387862205267_datagate1

La NSA (acronimo che sta per National Security Agency) ha fatto “irruzione” all’interno del server di uno dei principali colossi della telecomunicazione, ovvero la compagnia cinese Huawei.

Più di una volta gli Stati Uniti hanno descritto Huawei come una vera e propria minaccia alla sicurezza: proprio per tale ragione, sembra che la Nsa sia penetrata nel server Huawei con l’operazione che viene definita “Shotgiant”, con lo scopo ultimo di riscontrare dei collegamenti tra questo colosso e l’Esercito Popolare di Liberazione.

In realtà, però, il progetto di Nsa era molto più ampia, dal momento che comprendeva pure l’ingresso all’interno dei server di Huawei quando la tecnologia del colosso cinese fosse stata messa in vendita in altre nazioni.

Perché la Nsa era così preoccupata riguardo a questa situazione? La National Security Agency aveva paura che il colosso delle telecomunicazioni cinese potesse strappare agli americani tutta una serie di strutture tecnologiche che avrebbero garantito agli hacker al servizio dell’Esercito Popolare di Liberazione la possibilità di dare il via ad intese industriali e governative.

Queste sono state le rivelazioni fornite in esclusiva dal New York Times: la diffusione di tali notizie ha preceduto di pochissimo l’incontro tra il leader americano Obama e i principali colossi dell’industria hi-tech, tra cui l’ad di Facebook e il presidente esecutivo di Google.

Lascia una risposta