Google inserisce password per la protezione degli acquisti in-app

play_store

Il colosso di Mountain View ha aggiornato il suo negozio online con l’inserimento di una nuova opzione che offre la possibilità di richiedere un codice segreto o una password in tutti quei casi in cui qualche utente ha intenzione di acquistare dei prodotti virtuali in un gioco o all’interno di alcune applicazioni.

Ecco spiegato il motivo per cui, c’è la possibilità finalmente di evitare che i propri bambini, a loro insaputa, spendano quasi tutto l’ammontare del proprio portafoglio: si tratta, senza ombra di dubbio, di un sistema che risulta utile soprattutto ai genitori che non sanno come far smettere di spendere per app e programmi i propri figli.

Infatti, Google spesso è molto vicino a tutti quei casi in cui i figli prosciugano totalmente i conti dei propri genitori per acquistare prodotti in-app.

Nel corso degli ultimi giorni, una donna americana ha dato il via ad una class-action nei confronti di Google, dal momento che il suo bambino di soli 5 anni aveva realizzato degli acquisti in-app, mentre stava giocando a Marvel Run Jump Smash, spendendo una somma che si aggirava intorno ai 70 dollari.

In un’altra occasione, un’altra class-action si era scagliata contro Apple ed il suo negozio online, con degli acquisti in-app dei figli per più di 2600 dollari mentre  stavano giocando a Tap Pet Hotel.

Lascia una risposta