NSA svelato l’obiettivo di creare la botnet più grande al mondo

NSA-un-malware-per-controllare-il-mondo_h_partb

I virus informatici sono una brutta gatta da pelare, ma se il pericolo prende il nome addirittura di NSA allora la minaccia è potenzialmente devastante.

E’ quanto è stato sottolineato dal portale The Intercept, che ha rivelato alcune news in via esclusive che prendono di mira proprio l’intellingence a stelle e strisce e che permettono di capire come la National Security Agency abbia sfruttato il concetto di malware per tenere sotto scacco centinaia e centinaia di pc (si parla di un quantitativo attorno alle 100 mila unità) dislocati in tutto il mondo.

I file classificati, messi a disposizione dal sito The Intercept, permettono di notare la crescita di “impiants”, ovvero il pericolo informatico che sarebbe stato creato proprio alla NSA, con l’intento di penetrare all’interno di determinati computer e di raccogliere dati in entrata e in uscita dalle connessioni web e dalle linee di telefoniche di svariati utenti in tutto il globo.

Addirittura la NSA aveva realizzato un falso server di Facebook per prendersi gioco degli utenti: questi ultimi, all’oscuro di tutto, andavano ad installare, con qualche semplice click, il malware all’interno del pc; un altro sistema di attacco era rappresentato dallo spam tramite email.

L’obiettivo finale della NSA era quella di creare la botnet dalle maggiori dimensioni al mondo, tenendo sotto scacco tutti i pc colpiti dal malware.

Lascia una risposta