G Data, ecco il report su virus e malware del primo semestre 2013

virus-removal5

Come ben sappiamo, i virus rappresentano una delle note stonate della navigazione in rete: nel corso degli ultimi anni, però, i pericoli hanno raggiunto delle proporzioni notevoli ed è necessario tenere sempre gli occhi bene aperti.

Secondo gli studi di PC MalwareReport, riguardanti i primi sei mesi del 2013, il colosso della protezione informatica G Data ha sottolineato tendenze e situazioni attuali relative a virus e malware.

I quattro tipi di malware maggiormente diffusi sul web sono trojan horse, downloader, backdoor e spyware, mentre un po’ più staccati troviamo i worm e ancora più in basso i rootkit, che sono ormai in costante declino.

La piattaforma maggiormente colpita da questi malware risulta essere Windows: è sufficiente pensare che il 99,9% dei nuovi codici malevoli è stato realizzato proprio per danneggiare Microsoft ed il suo sistema operativo.

Spesso, gli hacker vanno a modificare delle pagine web di portali che già esistono, provvedendo ad introdurre il malware, mentre in altri casi ci troviamo di fronte al phishing, quando si realizzando dal nulla delle copie che sembrano in tutto e per tutto dei famosi siti web, ma che in realtà nascondono al loro interno una truffa bella e buona.

Tra le dieci categorie di siti web in cui è più facile incontrare dei malware, troviamo nelle prime tre posizioni, siti di alta tecnologia e telecomunicazioni, siti pornografici e siti di business.

Lascia una risposta